Rimani Aggiornato

Ricevi ogni settimana le ultime notizie direttamente nella tua casella di posta elettronica.
Email address
Sicuro e spam free
+ P. Salvatore Semeraro +P.Mario Tommasetti

Alle ore 23.30 del 19 Novembre 2018, presso il Ritiro di Novoli si è spento improvvisamente

P. Salvatore Semeraro

I funerali si svolgeranno presso il Ritiro di Novoli (LE) il 21 Novembre 2018 alle ore 15.00.

P. Salvatore Semeraro è nato a Campi Salentina (LE), il 15 marzo 1943 da Antonio e Lucia Borrelli. Sin da piccolo ha sentito l’inclinazione al sacerdozio, infatti, il 3 ottobre del 1955 entrò nel seminario di Trepuzzi (LE). Il 15 settembre 1961 emise la professione religiosa nel Noviziato di Laurignano (CS). Frequentò il corso di liceo-filosofia a Manduria (TA). Nel 1966 fu trasferito a Novoli (LE) per il corso teologico. Fu ordinato sacerdote il 29 giugno 1969, a Novoli (LE). Ha frequentato il corso di Licenza in Teologia pastorale a Rocca di papa (RM), 1969-1970, presso l’Università Lateranense. Nel 1972, viene trasferito a Trepuzzi come educatore dei nostri Seminaristi. Dal 1972 al 1976 fu Direttore degli Studenti Passionisti a Roma.

Durante l’esperienza romana si dedicò anche alla predicazione di Corsi di Esercizi Spirituali al Clero e alle Religiose. Nel 1977 viene trasferito nella comunità di Ceglie Messapica e l’anno successivo, per tre anni, venne trasferito a Trepuzzi. Dal 1980 al 1984 fu Superiore della comunità di Monopoli. Nel Capitolo Provinciale LAT fu eletto Consultore all’Apostolato e quindi fu trasferito a Manduria fino al 1991. Dal 1991 fu trasferito alla comunità di Novoli con l’incarico di missionario a tempo pieno. Nel 1995 fu eletto Superiore della comunità di Novoli per due mandati, fino al 2003, ma, intanto un glaucoma (1997) gli fece perdere la vista, in particolare l’occhio destro era invalidato per sempre.

Dal 1996 ha curato la pubblicazione del periodico Provinciale “La Missione – Il Santuario di Laurignano”, che lo ha impegnato fino al giorno della morte. Nel 2005 fu costituito il noviziato provinciale a Novoli e fu “Maestro” dei novizi fino al 2007.

La problematica degli occhi lo ha costretto a ridurre del tutto le sue esperienze missionarie, limitandosi a qualche ministero locale e in particolare dedicandosi al ministero dell’ascolto nella direzione spirituale e nel sacramento della riconciliazione di consacrati, sacerdote, religiose e laici.

P. Salvatore ha completato il menologio dei religiosi della Provincia: Passionisti di Puglia Calabria e Lucania 1905-2000. Nel 2001 raccoglie dalla Platea notizie riguardo il convento di Novoli Un paese un convento. Dai registri dei Ministeri delle case raccoglie notizie circa le missioni popolari nel Salento e nelle province di Brindisi e Taranto (2004 – 2005). In occasione del centenario della casa di Novoli pubblica Una casa per Dio (2006). Inoltre, amante della poesia, pubblica dei fascicoli Fotogrammi di speranza (1999) e Tenerezza di Dio (2005). Nel 2017 pubblica il racconto del suo cammino missionario con il libro Comunicando la gioia del Vangelo.

Infine un commento sulla sua verve di scrittore: “Scrivendo le sue poesie guarda con occhi lontani dalla realtà terrena, lui va oltre, a cercare la bellezza eterna, che non è quella di un corpo bellissimo, ma quella percepita dalla seconda vista, la vista del cuore, la vista dell’anima”.